Wed, 25 November 2020  

Gente

4. Amore lontano
(Marco Zappa 1999 - da un biglietto-poesia di Ingor x Daria 1998)


Piove continuamente
su questa città
nuovamente grigia,
nuovamente vuota.

        Stupido, senza ombrello
        sto tornando verso casa
        è fradicia la mia giacca
        ma chi se ne frega!

Piove continuamente
su questa città,
nuovamente fredda,
nuovamente vuota.
        Da poco sei partita col treno,
        e penso a quanto è stato bello
        ma com'è duro restare da soli
        perché so già che poi dovrò partire io.

                Come vorrei che ogni goccia
                di quest'acqua maledetta
                mi tenga ubriaco
                fino a quando tornerai.

(lei)
                Piove continuamente su questa città
                nuovamente grigia, nuovamente vuota.
                Da poco sei partito col treno,
                e penso a quanto è stato intenso
                ma com'è duro restare lontani
                perché so già che poi dovrò partire io.


                Come vorrei che ogni goccia
                di quest'acqua maledetta
                mi tenga ubriaco
                fino a quando tornerai.

Amore lontano,
dove, dove, dove sei?
Amore lontano,
Dimmi, dimmi, dimmi, dimmi, dove sei!
Cover

Previous

Next