Thu, 15 April 2021  

2010 YesterdayBeatlesToday (CD2)

10. I Am The Walrus
(Lennon/McCartney - Magical Mystery Tour 1967)

I am - he as - you are - he as
you are me – and we are all together.
See how they run like pigs from a gun see
how they fly - I’m crying.
Sitting on a cornflake waiting for the van to come. Corporation teashirt, stupid bloody tuesday man you been a naughty boy You let your face grow long.

I am the eggman, they are the eggman, I am the walrus. GOO GOO GOO JOOB. Policeman sitting, Policeman sitting
pretty little policemen in a row,
see how they fly like Lucy in the sky
see how thy run
I’m crying - I’m crying - I’m crying. Yellow matter custard – dripping from a dead dogs eye. Crabalocker fishwife pornographic priestess boy you been a naughty girl you let your knickers down.

I am the eggman, they are the eggman, I am the walrus. GOO GOO GOO JOOB.

Sitting in an english garden - waiting for the sun,
if the sun don’t come, you get a tan
from standing in the english rain. I am the eggman, they are the eggman, I am the walrus. GOO GOO GOO JOOB. Expert texpert choking smokers
don’t you think the jocker laughs at you? HA HA HA!
See how they smile, like pigs in a sty,
see how they snied. - I’m crying.

Semolina pilchard –
climbing up the Eiffel Tower.
Elementry penguin - singing Hare Krishna -
man you should have seen them
kicking Edgar Allen Poe. I am the eggman, they are the eggman, I am the walrus. GOO GOO GOO JOOB…

Cover

Prev

Next

 
 
Recensione di Giorgio Passera

Una delle canzoni più enigmatiche, complesse e discusse dei Beatles è senza dubbio I Am The Walrus, un pezzo che fa parte della colonna sonora del film Magical Mystery Tour del 1967. Un brano molto costruito che, oltre alla musica e alle parole, propone suoni, rumori ed effetti. Musica rock, ma anche musica concreta, certamente d’avanguardia per il periodo. Tutti gli elementi cooperano a fare di I Am The Walrus, un impasto surreale, un qualche cosa di sorprendente e molto lontano dalla musica che si faceva in quegli anni. Il testo poi ha suscitato una miriade di interpretazioni, tutte vere e tutte false . Come spesso capita, la spiegazione più semplice è quella giusta. John Lennon, il padre di questo motivo, aveva scoperto che le canzoni dei Beatles cominciavano ad essere studiate come oggetti artistici, non solo da parte dei giornalisti, ma anche nelle scuole. Il fatto lo divertiva per cui, componendo questa canzone avrebbe confidato ad un amico:” Vediamo se troveranno una spiegazione anche per questo testo!”.Il testo della canzone appare infatti come un continuo nonsense, un’accozzaglia di parole e di espressioni senza un vero e proprio significato. Parole ed espressioni che però si sposano benissimo con la musica e che riescono a dare un suono globale veramente unico. E poco importa se il Walrus, il tricheco, fosse Paul, oppure John, se l’uomo – uovo fosse un personaggio di un romanzo di Lewis Carroll, Eric Burdon oppure una brillante invenzione di John. L’importante è che il pezzo conserva la sua freschezza e la sua originalità ancora adesso e che gruppi come gli Oasis, oppure un attore come Jim Carrey o addirittura Bono ce ne abbiano offerto una cover. Oppure ancora che nel 1989 i Tears for Fears abbiano scritto un vero e proprio omaggio a questo classico con Sowing The Seeds Of Love.